Adriano Marcolongo

Nato a Cadoneghe (PD) nel 1956, sposato e con quattro figli, ha concluso gli studi nel 1990 specializzandosi in Igiene e Medicina Preventiva, prima con orientamento in Igiene e Tecnica
Ospedaliera, e poi con orientamento in Sanità Pubblica. Le numerose esperienze didattiche, dal
1984 ad oggi, le competenze professionali nel Knowledge management, le esperienze in qualità di
componente di numerose Commissioni della Conferenza Stato-Regioni e di altri organismi di
rilievo nazionale, trattando materie quali i servizi trasfusionali, le unità spinali, l’appropriatezza dei ricoveri, l’attività trapiantologica, la sicurezza del paziente (per citarne alcune), sono solo alcuni degli elementi indicatori di caratteristiche soggettive di tipo dirigenziale e manageriale.

Esperto in programmazione sanitaria, Risk Management, edilizia ospedaliera e rilevazione dei costi standard, con competenze nell’area risorse umane e formazione del personale, ha svolto per alcuni anni la funzione di Direttore Sanitario, di Dirigente Regionale della programmazione della Regione Veneto e di Direttore Generale nella ULSS n. 18 – Rovigo. Attualmente è Direttore centrale salute, integrazione sociosanitaria, politiche sociali e famiglia della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia.

Tra gli incarichi associativi è Componente della Giunta Nazionale della Società Italiana di Igiene -SITI -Medicina Preventiva e di Sanità Pubblica, biennio 2011-2012, Co-fondatore e componente nazionale SIMM – Società Italiana Medici Manager, Co-fondatore e componente nazionale SIHTA – Health Technology Assessment Italiana, Componenete Direttivo Nazionale CNETO – Centro Nazionale per l’ edilizia e la tecnica ospedaliera, Co-fondatore e componente del Consiglio Direttivo N.I.SAN – Consorzio tra Aziende sanitarie sui costi standard e Presidente dell’Associazione SALTH ( Società scientifica per la formazione in tecniche lean in Sanità).

Arricchiscono la sua professionalità ed esperienza le cinquanta pubblicazioni e numerosi interventi e relazioni in eventi seminariali a carattere scientifico e manageriale.